Regolamento missioni

Ogni anno l’Ateneo di “Tor Vergata” stanzia dei fondi destinati alla mobilità e alla ricerca dei propri dottorandi. Il Dottorato in Studi Comparati, attraverso la Giunta, delibera la suddivisione e l’assegnazione di tali fondi ai propri Dottorandi sulla base delle richieste pervenute.

Per le modalità di presentazione della domanda di finanziamento si dispone quanto segue:

–  In seguito all’erogazione dei fondi da parte dell’Amministrazione centrale di Ateneo, i/le Dottorandi/e riceveranno ogni anno una mail, nella quale saranno informati/e della scadenza per l’invio della domanda;

– le domande di utilizzazione dei fondi saranno indirizzate dai/lle Dottorandi/e al Coordinatore, alla Giunta del Dottorato in Studi Comparati: Lingue, Letterature e Arti;

– tali domande, dovranno essere inviate annualmente via mail, dai/lle Dottorandi/e alla Segreteria didattica entro la data comunicata e pubblicata sul sito e dovranno contenere: (a) una descrizione dettagliata del luogo, del periodo, della durata e dello scopo della missione (svolta o da svolgersi preferibilmente presso una Università o un Ente di ricerca); (b) un preventivo delle spese, che potrà allontanarsi soltanto di poco da quello definitivo  e (c) il parere positivo del proprio tutor;

– le domande saranno esaminate dalla Giunta del Dottorato in Studi Comparati: Lingue, Letterature e Arti, che delibererà in merito all’assegnazione dei fondi anche tenendo conto dell’impegno e del merito dei/lle Dottorandi/e che abbiano fatto domanda di finanziamento;

– il Coordinatore potrà approvare, in casi eccezionali e previo parere positivo del tutor, la richiesta di partecipazione a Convegni e a Seminari dei/lle Dottorandi/e anche successivamente alla data stabilita per la presentazione della domanda di finanziamento.

A partire da quest’anno, ai sensi di quanto disposto dall’Anvur, non sono ammessi al finanziamento dei suddetti fondi i/le Dottorandi/e stranieri/e finanziati/e con borsa estera.

Di seguito anche il Regolamento di Ateneo relativo alle spese rimborsabili per le missioni (che riguardano indistintamente docenti, personale e anche dottorandi).

Nei file di seguito allegati sono mostrati i limiti rimborsabili per i pasti giornalieri (max 2) in Italia e all’estero. La qualifica che riguarda i dottorandi è nell’ultima riga di ogni tabella alla voce “altra categoria”. Per l’estero è necessario individuare la casella di riferimento utilizzando la tabella aree geografiche e i Massimali rimborsabili per ogni area geografica.

Tra le spese rimborsabili ci sono le quote di iscrizione a convegni e a congressi.

Per poter procedere al rimborso delle spese sostenute durante la missione, la segreteria didattica dovrà ricevere dai dottorandi/e interessati/e il modulo richiesta di autorizzazione della missione firmato dal Coordinatore e dal dottorando/a (in originale e obbligatoriamente prima della data di partenza), successivamente alla missione, la fotocopia del codice fiscale,  i moduli di liquidazione della missione e dell’anagrafica, accuratamente compilati e corredati delle ricevute relative alle spese (gli scontrini dei pasti devono essere spillati su un foglio A4 in ordine cronologico, devono strettamente riferirsi al pranzo e alla cena, devono essere riferiti a una sola persona, non possono essere cumulabili più di due scontrini e devono essere emessi negli orari compatibili per i pasti principali; altre ricevute di piccolo formato – come biglietti di autobus o metropolitana – devono essere riuniti e spillati su un foglio A4 in ordine cronologico). La richiesta per l’uso del taxi può essere fatta in via del tutto eccezionale e deve essere specificata la ragione per cui non è possibile utilizzare un mezzo pubblico. Le ricevute uniche di albergo e aereo/treno ottenute da prenotazioni on-line non sono valide se non corredate da una ulteriore ricevuta dell’albergo da cui si evinca l’importo del solo albergo (in questo modo sono chiari i totali delle due singole spese). Le ricevute degli alberghi devono essere per una stanza singola o una doppia da cui sia scorporata la quota singola riferita al dottorando/a. In caso di missione per convegno o congresso è necessario produrre l’attestato di partecipazione al convegno debitamente in originale su carta intestata e/o timbro. In caso di missione per ricerca è necessario produrre un attestato della biblioteca, fondo (o altro) presso cui si è effettuata la ricerca, in mancanza del quale sarà necessario allegare una dichiarazione del tutor che certificherà l’avvenuta ricerca. I biglietti aerei possono essere rimborsati solo ed esclusivamente se corredati da carte d’imbarco in originale o ricevuta del check-in on-line. Il modulo di liquidazione della missione deve essere consegnato in doppia copia (originale e una copia) e a questi si dovrà allegare un foglio con il calcolo del totale dell’importo da rimborsare.(Regolamento di Ateneo per le missioni)

Per l’acquisto di libri o di altro materiale utile alla ricerca (come microfilm o stampe di immagini, ecc.), invece, si deve seguire un’altra procedura (Modulo acquisto Beni/servizi) che è relativa all’acquisto di beni e materiali, pertanto chi avesse tale necessità dovrà farlo presente con congruo anticipo in maniera tale da poter attivare le procedure necessarie.

 

Modulo richiesta autorizzazione missione (con firma Tutor e Coordinatore)

Modulo richiesta liquidazione missione

Modulo richiesta uso taxi

Scheda dati anagrafici